Bomaki arriva sui Navigli con i sapori nippo-brasiliani

Bomaki ha inaugurato un nuovo locale sui Navigli, cuore della movida di Milano. Un luogo nel quale gustare il creativo mix di cucina nippo-brasiliana in un ambiente vivace e colorato. Ampio il menù proposto in abbinamento a drink e birra artigianale

Sapori nippo-brasiliani sui Navigli grazie all’apertura, in Via Alzaia Naviglio Grande 38, del nuovo Bomaki. Un altro locale della catena che dà conferma del positivo progetto di espansione a Milano (e non solo), nel cuore di una delle zone più frequentate e di tendenza del capoluogo lombardo.

Come viaggiare per il mondo…

Gli interni di Bomaki Navigli si caratterizzano per un design accogliente e vivace, portavoce di sensazioni e atmosfere rigogliose come le foreste tropicali. Gli arredi, invece, tra sedie azzurre, ceramiche azulejos dai toni sudamericani, cucina a vista e un bancone che dà il benvenuto, riescono a coniugare con equilibrio le esigenze estetiche e pratiche di una metropoli e l’emozione di entrare in uno spazio che porta il cliente a viaggiare in un Paese lontano, prima con la vista poi con il gusto. Complessivamente i posti a disposizione sono 100, in aggiunta al dehors che si affaccia sul Naviglio, antica via dell’acqua di Milano.

Interno di Bomaki Navigli, Milano.

Il CEO di Bomaki, Giuseppe Grasso commenta: “L’inaugurazione di Bomaki Navigli, rappresenta una tappa importante per l’azienda perché va a coprire un’area strategica di Milano e, di fatto, completa il nostro presidio sulla città. Il locale ha un grande potenziale, sia per la posizione sia per la sua architettura interna che è in grado di esaltare le peculiarità dell’offerta food & drink e di mantenere la promessa che, ogni giorno, facciamo ai nostri clienti, quella di condividere momenti di gioia”.

Sapori esaltanti

In cucina si trova lo chef e socio Jeric Bautista, innovativo e creativo al tempo stesso, abile nell’ampliare l’offerta gastronomica declinandola in maniera mai banale. Il tutto ‘condito’ da simpatia e dalla capacità di saper ascoltare il cliente. Il risultato è un mix interessante che sa mostrarsi con garbo, attirando a sé il consumatore che vuole fare esperienze. In che modo? Beh… proponendo l’immancabile precisione estetica della cucina giapponese unita, nel caso di Bomaki, alla ricchezza cromatica brasiliana e alla varietà di gusti e sapori.

Giuseppe Grasso CEO Bomaki e Ass. Tommaso Sacchi.

Cosa scegliere dal menù?

Un menù sempre in evoluzione e ampio: dalla vasta scelta di uramaki si passa a tartare e carpacci, oppure si possono mangiare i saporiti burritos e tacos di carne e pesce. A un’intrigante carrellata food si abbina una originale offerta drink: dai tipici cocktail come caipirinha, caipiroska, mojito esotici – tutti con gusti che spaziano dal mango al maracuja – sino alla birra artigianale Branquinha, prodotta appositamente per Bomaki dal Birrificio di Legnano.

Bomaki, nato a Milano nel 2013 da Giuseppe Grasso, prende il nome dall’unione di due parole: la brasiliana ‘bom’, che significa buono, e maki, il ‘roll’ della cucina giapponese. Il format ha riscontrato un grande successo, data anche la possibilità di poter trovare gusti e sapori provenienti da diversi Paesi in una cornice conviviale, colorata e dinamica.
Per info: www.bomaki.it

 

 

 

Check Also

Giardí apre a Milano

Giardí ha aperto il suo primo ristorante in Via Napo Torriani 3, nel cuore di Milano. Un locale dai sapori vegani e dalle belle atmosfere, capace di legare cucina gourmet e servizio fast casual

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *